04/07/17

QUI / MALCLANGO "Split 06" (Recensione)

Split, Subsound Records
(2017)

Recensiamo uno split che ci arriva dalla sempre attiva e ottima Subsound Records, e che fa parte di una serie di altri split (“Subsound Split Series”), che vede in ogni volume due ottime band a confronto. Questo è il sesto volume in vinile e vede al suo interno il confronto tra due band, i romani MalClango e gli statunitensi Qui. Questi ultimi sono formati da due musicisti e la loro musica è davvero difficile da catologare.

Diciamo che la follia e l'estrema libertà compositiva sono le uniche coordinate che potrebbero definire questa proposta musicale, fatta di spallate rock, di inserti di piano e voci in falsetto, di sperimentazione con qualsiasi cosa passi per la mente dei due musicisti in questione. Alla fine del lato dedicato a loro se ne esce un po' frastornati. Non è facile star dietro a cotanta carne al fuoco, e talvolta pare che il tutto sia destrutturato come un puzzle ancora da costruire, ma i cui pezzi alla fine, magicamente si incastrano! Brani come la furibonda, iniziale, "Baby, You Decide", a cui seguono le stralunatissime "Nobody Move" e "Hat and Beard", dove le voci sono usate quasi sempre in falsetto e la sezione ritmica si dipana quasi a toccare territori jazz, vi terranno con la mente ben impegnata, ne sono sicuro. Il basso è pure importante nel loro sound, ma usato come fuori da ogni schema. Promossi ma per menti non aperte...ma apertissime. 

Ora passiamo ai brani dei MalClango (membri dei Juggernaut, Inferno, Donkey Breeder), ma prima di farlo sarebbe opportuno osservare la copertina di questo split, ottimamente disegnata da Stonino, che unisce due icone come King Kong ed Henry Spencer di Eraserhead. Passando alla musica, possiamo sicuramente notare una maggiore linearità della proposta nei MalClango, ma prendete questo termine con le pinze. I due bassi più batteria sono usati per una intelaiatura slabbrata che rimanda quasi a ritmiche funkeggianti e tribali, qualcosa che ha molto in comune con certi Primus, anche per il piglio decisamente rock che ammanta il tutto.  
Tre brani che già da titoli come "Nostromo", "MalClango - Che Dio Vi Fulmini" e "L'Uomo Del Passato è La Scimmia Del Futuro", dimostrano come essere fuori di testa sia una cosa tanto palese ascoltando la musica (senza parole) di questa band, ma che in fondo la bellezza sta proprio nel riuscire a creare qualcosa di non prefabbricato che susciti interesse. E i MalClango di sicuro non annoiano in questo senso. 
Ottimo split che consiglio a chi di musica ne capisce veramente e non si accontenta delle solite strutture trite e ritrite.

Recensione a cura di: Sergio Vinci "Kosmos Reversum"
Voto: 80/100

Tracklist:
1. A) Qui - Baby, You Decide 03:31
2. A) Qui - Nobody Move 04:35
3. A) Qui - Hat and Beard 05:40
4. B) MalClango - Nostromo 05:55
5. B) MalClango - Che Dio Vi Fulmini 02:51
6. B) MalClango - L'Uomo Del Passato è La Scimmia Del Futuro 03:36 

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...