05/04/11

Nutr "Die In Solitude"

EP, SET Productions, 2011
Genere: Black Metal

Praticamente sconosciuti alla maggior parte degli appassionati del genere estremo in genere, i Nutr sono una band egiziana, formatasi al Cairo nel corso del 2010, ma con già all'attivo un demo, 2 EP e 4 full lenght, quasi a voler recuperare il tempo perduto in anni di oscurantismo islamico. Il loro lavoro più noto ai pochi è Under the blackned Skies, in cui un black metal piuttosto tirato, viene diluito da contorte atmosfere ambient.
 
A Gennaio di quest'anno, pubblicano il loro 4° full lenght, Unholy inscriptions on a tainted wall, da cui viene tratto l'omonimo video in cui la band dimostra tutto il suo odio viscerale verso gli ebrei; ed eccoli nuovamente, a distanza di poco tempo, per proporci questo EP, Die in solitude, 4 brani in totale, che vede una loro “migrazione” verso lidi più tipicamente funeral doom, senza però mai abbandonare quelle particolari atmosfere ambient con cui riescono ad alleggerire sonorità cupe, molto pesanti e lente.

Si parte dall'opener, Beautiful melancholy, una splendida melodia distorta al limite della paranoia, una triste ninna nanna per il riposo eterno a cui segue Between the crimson walls, un nero sudario sonoro che si stende sopra un corpo non ancora morto ma con la mente in decomposizione. Il viaggio prosegue verso sensazioni ancora più profondamente tragiche e oscure con Die in solitude, c'è solo un attimo in cui una voce in clean, molto soffusamente tende a dare un tocco di umanità ad atmosfere lugubri e soffocanti, anche un breve sottofondo melodico si trasforma in qualcosa di perversamente malefico. Umanità che sparisce totalmente nella conclusiva Internal devastation, il growl di Alhussain Sherif sembra uscire dalla gola di Satana in persona, creando una sensazione di profondo e insano malessere, una sorta di avvertimento....dopo la tragicità della vita, non troverai pace neppure nella morte.

Un consiglio, aprite le menti ed abolite i confini, certe emozioni,certe idee e certe capacità, non sono una prerogativa esclusivamente occidentale.....guardate oltre, a volte si possono avere piacevoli sorprese.

Recensione a cura di : She-Devil
Voto : 7,5/10

Tracklist:
1. Beautiful Melancholy
2. Between The Crimson Walls
3. Die In Solitude
4. Internal Devastation

http://www.myspace.com/nutrband

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...