26/01/11

Potential Threat “A New Threat Level”


Full-length, OSM Records, 2009
Genere: Thrash Metal/Hard Core

Attivi sin dal 1987, i californiani Potential Threat arrivano solo nel 2009 a produrre il loro primo full-length, dopo qualche demo e un ep sparsi tra loro a molta distanza di tempo. Non so bene quali siano le ragioni di questi lunghi stop nella loro carriera, ma quello che conta è la musica come sempre, e questo “A New Threat Level” si dimostra come una buona sorpresa.
La band sembra prendere il thrash nato nella propria terra (con Slayer e Metallica a illuminare la loro proposta) e iniettargli un po’ di vigore hard-core. E’ chiaro che i Nostri non cercano vie di mezzo, non cercano compromessi, e subito dopo la prima “00:46”, intro appunto di 46 secondi eseguita con sole chitarre acustiche e violino, iniziano a picchiare come un martello pneumatico per tredici canzoni.

Il primo segnale della violenza che incombe è “Remember The Violence”, un buon thrash-core-speed metal che colpisce dritto in faccia. Le vocals ispirate da un certo Hetfield non sono eccezionali, ma ben si sposano all’insieme proposto. I cori in pieno stile hard core e gli stacchi secchi che intervallano sia questa canzone che altre svolgono una funzione molto energizzante nell’ascoltatore e sono quasi sempre ben congegnati.
Molto valida anche “Second To None”, che si apre con atmosfere vagamente sinistre che mi hanno rimandato agli Slayer della canzone “Season In The Abyss”. La song poi prende una piega massiccia e si mantiene su velocità controllate, e a volte sembra di tornare all’esordio dei Machine Head.
In generale tutte le canzoni si muovono su queste coordinate, da autentiche bordate come “Through Your Eyes” o “Day Of Infamy”, ad altre tracce leggermente più ragionate. Ma non si scende mai sotto un certo standard di violenza e attitudine votata al “pestare fino alla fine”.

In conclusione: disco valido, ben suonato e con una buona produzione (in particolare le chitarre hanno davvero un ottimo sound, monolitiche e potentissime). Se vi piacciono il thrash e l’hard core troverete sicuramente interessanti questi Potential Threat. Dall’altro lato però, ho ravvisato una certa staticità compositiva, una mancanza dell’elemento chiave che possa elevare questo disco al di sopra del marasma di uscite che infestano il mercato. Intendiamoci, questo lavoro è almeno una spanna sopra a molti pischelli revivalisti del thrash che fu, intenti più a topparsi la giacca che a suonare qualcosa di personale.
Ma in generale se volete brutalità e buon thrash lo avrete. Quindi perché non dare loro una chance?
Per adesso quindi va benissimo così, la band ha dimostrato più che sufficienti elementi per fare molto bene in futuro, e con una doppietta finale affidata alle schizoidi "Far From The Truth" e "Four Our Nation" possiamo solo immaginare il macello che si scatena e si scatenerà dal vivo qualora le eseguissero. Mamma mia!

Recensione a cura di: Kosmos Reversum
Voto: 73/100

Tracklist:
1. 00:46 00:46
2. Remember The Violence 03:33
3. Watch It Fade Away 03:34
4. Second To None 04:27
5. Through Your Eyes 02:52
6. All For Nothing 06:03
7. Day Of Infamy 03:47
8. Days Of Sorrow 03:36
9. Turn A Blind Eye 04:59
10. Walk Through Fire 02:53
11. All The World To See 04:07
12. Far From The Truth 04:59
13. Four Our Nation 03:51

Total playing time 49:36

http://www.potentialthreatsf.com/
http://www.myspace.com/potentialthreatsf

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...